... l'amor che move il sole e l'altre stelle [Dante - Paradiso XXXIII, 145]

EQUAZEN: l’integrazione intelligente!

EQUAZEN un approccio naturale all’ADHD

Con Equazen la NAMED  propone un approccio tutto naturale alla ADHD (Attention deficit  hyperactivity  disorder) o deficit di attenzione e iperattività e alcune forme di DSA.

Aumento vertiginoso dell’ADHD.

Non pochi sono gli studi che mettono in relazione l’ADHD e le DSA in generale con deficit nutrizionali legati ad abitudini alimentari errate.

Secondo statistiche statunitensi il numero di bambini affetti da ADHD nel 1985 era di 500.000 (su 238 milioni di abitanti) mentre oggi sono 11.000.000, si proprio 11 milioni su una popolazione di 323 milioni (dati del 2016). Si è quindi passati da una percentuale dello 0,21% al 3,4%, sedici volte di più.

Le cause.

Ci accontentiamo qui di un elenco delle maggiori cause associate a tale problema e ipotizzate dal corpo accademico specialistico: cause neurobiologiche, fattori genetici, complicanze perinatali, alcool e fumo da parte della madre durante la gravidanza, tutto ciò pare spieghi solo il 5 % degli interessati a questo disturbo. E il restante 95% ?

Deficit nutrizionali e vaccini?

Sui vaccini e relative possibili nefaste conseguenze possiamo solo dire che dal mondo accademico dissenziente (brutalmente avversato) possono essere all’origine di problemi grossissimi e invalidanti completamente, nonché di morte; cause spesso immediate che cambiano repentinamente il comportamento dei bimbi vaccinati; ma anche le DSA in generale che si manifestano anni dopo la vaccinazione potrebbero avere quest’ultima come causa primaria o concausa.

Ma veniamo all’altro 95%, numerosi sono gli studi che evidenziano come l’alimentazione abbia un ruolo fondamentale nella eziogenesi di tali disturbi.

E’ proprio in tale campo si inquadra Equazen in quanto si tratta di un integratore nutrizionale di acidi grassi polinsaturi (PUFAs).

Cosa contiene?

Due sono i componenti: olio di pesce e olio di enotera che apportano rispettivamente acidi grassi omega 3 e omega 6.

Sviluppo infantile, nutrizione e apporto di acidi grassi.

Le ricerche mostrano chiaramente che per un corretto sviluppo neurologico infantile è di fondamentale importanza una corretta alimentazione.

Una corretta alimentazione significa mangiare in modo naturale, alimenti naturali, ma purtroppo i bambini e gli adolescenti di oggi si nutrono di alimenti manipolati dall’industria alimentare, che sforna prodotti che in natura non esistono.

A tale proposito l’assunzione di acidi grassi polinsaturi omega 3 e 6, unici componenti dei Equazen, giocano un ruolo fondamentale nel metabolismo neurologico e nel susseguente equilibrio dello stesso.

equazen

Le analisi del sangue mostrano...

Le analisi comparate del sangue di bambini con sviluppo neurologico normale, verso bambini portatori di ADHD mostrano che i bambini portatori di ADHD hanno:

  1. Il rapporto tra acidi grassi omega 6 e 3 è nettamente diverso.
  2. Il contenuto di omega 6 totale è inferiore.
  3. Il contenuto di omega 3 totale è nettamente inferiore.
  4. Il contenuto di DHA (acido docosaesaenoico) è nettamente inferiore.
  5. Il contenuto di EPA acido eicosapentaenoico) è nettamente inferiore.

Ricordiamo che i PUFAs sono necessari per un corretto funzionamento del sistema nervoso centrale e che regolano la trasmissione degli impulsi nervosi nonché la neurogenesi, la risposta allo stress e i processi infiammatori.

Cosa dice la sperimentazione clinica di Equazen.

dati clinici

Lo studio è stato condotto su 117 bambini con problemi seri di lettura e ortografia di età compresa tra i 5 e i 12 anni per un periodo di 3 mesi. I miglioramenti sono stati evidenti e netti; inoltre si è riscontrato un netto miglioramento della ADHD con una netta diminuzione del punteggio (che valuta la gravità dell ADHD) già dopo 3 mesi di assunzione di Equazen.

Sperimentazione di Equazen, Equazen+Metilfenidato (Ritalin), Metilfenidato.

Lo studio ha messo in evidenza che l’associazione Equazen+ Metilfenidato ha permesso una riduzione dei dosaggi di entrambi i componenti ma la cosa più interessante è che il solo Equazenper quanto riguarda la capacità di attenzione, nel giro di 12 mesi ha permesso di ottenere gli stessi risultati del metilfenidato e l’associazione Equazen+metilfenidato ha ottenuto risultati di poco migliori.

Per quanto riguarda la valutazione della ADHD i risultati ottenuti da Equazen dopo 12 mesi si discostano di non molto rispetto al metilfenidato e dall’associazione Equazen+metilfenidato.

La stessa valutazione utilizzando i parametri della scala CGI

(clinical global impression) vede Equazen migliore di metilfenidato probabilmente per il fatto che Equazen non ha effetti collaterali.

Equazen e i rapporti tra EPA, DHA e GLA.

Esiste un rapporto ben determinato tra i componenti di Equazen vale a dire tra EPA, DHA, GLA (acido gamma linoleico) e questo rapporto è 9:3:1.

Le forme disponibili di Equazen.

Sono disponibili capsule masticabili, capsule gelatinose, e liquido.

 

equazen-liquido

 

Per ulteriori informazioni ti aspettiamo in parafarmacia! A presto!

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>